logoornedo.jpg (33714 byte)

Informazioni generali sulla nostra Associazione  Foto delle gare e gallery Ornedo Sport.  Inostri sentieri Mountain Bike e... quelli degli altri.   Link con altri siti. 
1.Associazione   - 2.Gallery - 3.Itinerari   - 4.Link


Mappa dei sentieri 'Bosco Grande' e 'Fontanuzze'

'Bosco Grande'           'Fontanuzze'


Il Sentiero "Bosco Grande" è stato il primo grande lavoro che l'A.S. Ornedo Sport Team Aviano ha voluto realizzare; nato per tutti i Bikers è ottimo per l'allenamento e il perfezionamento della tecnica. Altresì piacevole per una pedalata nel verde è comodo anche d'inverno per gli irriducibili della Mountain Bike. Andiamo a scoprire com'e fatto e le caratteristiche più salienti.


Altimetria e tabella chilometri del sentiero "BOSCO GRANDE"

boscogr.jpg (99215 byte)


Località

Altitudine

Progressivo Km

Difficoltà

Aviano

158

0

Costa di Aviano

220

1,7

Prataron

350

3,2

rosso.GIF (916 byte)

Fornon

235

5

Colle S.Giorgio

275

6

Casera Capovilla

609

10

rosso.GIF (916 byte)

Stagno Altana

363

12,1

Madonna del Monte

340

14,1

rosso.GIF (916 byte)rosso.GIF (916 byte)

Bosco Grande

227

14,6

Casa Pereto

180

15,7

Costa

220

17,4

Aviano

158

19,1

 rosso.GIF (916 byte)Discesa Impegnativa (segnalata)     rosso.GIF (916 byte)rosso.GIF (916 byte)Discesa Molto Impegnativa (segnalata)


Il Sentiero "BOSCO GRANDE"

Già appena nata l’Associazione Sportiva Ornedo Sport MTB si era data un obbiettivo prioritario: realizzare un anello nel verde, appositamente dedicato a tutti i biker, senza dover percorrere i sentieri appositamente attrezzati per gli appassionati delle camminate in montagna.

A tal fine molte persone si sono impegnate lungo vecchie mulattiere e sentieri praticamente dimenticati.

Dopo un breve tratto sterrato si raggiunge il prato del Fornon e da qui inizia la prima salita con fondo prettamente di mulattiera, terminata la quale si apre un ampio spazio pianeggiante denominato Prataron; il sentiero, da questa località, si chiude su se stesso e ritorna, in discesa, verso lo sterrato di partenza, formando cosi’ un anello che può essere evitato, a discrezione del biker, già in partenza. Lasciato l’anello precedente, il sentiero prosegue verso il Colle S.Giorgio; il fondo, in questo tratto, diviene prettamente di tipo sterrato ghiaioso. Alla sommità della collinetta si aprono delle radure, che, specialmente durante la stagione estiva, invitano ad una piccola sosta prima di affrontare l’impegnativa salita verso il punto più elevato dell’intero percorso. Dal Colle S.Giorgio alla Casera Capovilla (609m s.l.m.) il tracciato, di tipo sterrato ghiaioso, particolarmente impegnativo (dislivello 334 m), deve essere obbligatoriamente percorso da tutti i biker, ad eccezione dell’ultimo tratto per il quale è stato predisposto un passaggio facilitato che permette, a chi lo volesse, di evitare il punto più critico della salita. A chi ha scelto di raggiungere Casera Capovilla non resta che iniziare la discesa verso valle, la quale prevede il sentiero vero e proprio o in alternativa la strada asfaltata. Scendendo lungo il sentiero, dopo un breve tratto sterrato molto ripido, incrociamo il percorso facilitato precedentemente citato. Da qui il fondo ritorna ad essere di tipo mulattiera e si dovrà prestare particolare attenzione alle discese impegnative opportunamente segnalate. La discesa prosegue fino a raggiungere località Stagno Altana e in questo tratto il sentiero diviene veramente panoramico con belle vedute della pianura sottostante alternate a dei tratti, veramente piacevoli, di mulattiera in pieno bosco di castagno. Il percorso quindi, per motivi dipendenti dall’orografia del terreno, si innesta nella strada asfaltata per proseguire in direzione Madonna del Monte; in prossimità del tornate panoramico, prima di raggiungere il Santuario, si abbandona l’asfalto per riprendere la mulattiera che introduce alla discesa del Bosco Grande. Prestata la dovuta attenzione alla prima parte di discesa la mulattiera entra finalmente nel tratto più boscoso di tutto il circuito, il Bosco Grande appunto. In questo tratto, specialmente in tarda primavera o durante l’estate, la vegetazione rigogliosa avvolge in un tutt’uno il sentiero fino in località Casa Pereto; quindi il fondo diviene sterrato fino al rientro a Costa d’Aviano. Raggiunta Costa una fontanella, vicino alla chiesetta di S.Valentino, offre la possibilità di rinfrescarsi per poi proseguire su strada asfaltata, attraverso il centro medesimo, fino all’incrocio con la provinciale 'Pedemontana'; da qui, ripercorrendo la strada a ritroso, sarà possibile rientrare al punto di partenza e quindi terminare il sentiero 'Bosco Grande'. Un ringraziamento, per la fattiva collaborazione nella realizzazione di questo tracciato, va a tutti coloro che hanno collaborato.

 1997 - Ornedo Sport Aviano